Polifarma

Aumento dei casi di Sars-CoV-2

Non sottovalutiamo il ruolo delle vie aeree superiori e dei luoghi chiusi nella trasmissione del virus

 

Gli ultimi mesi sono stati segnati da un rapido aumento dei casi di Sars-CoV-2 in Europa e nel mondo. Il virus si sta diffondendo molto velocemente e questo peggioramento della situazione epidemiologica ha portato i governi a prendere provvedimenti per ridurre le occasioni di contagio.

Come ormai ben noto, il virus Sars-CoV-2 si trasmette attraverso il contatto con una persona che ha contratto precedentemente l’infezione, sia essa sintomatica o asintomatica. La trasmissione più comune avviene attraverso le droplets di una persona affetta da Covid, ovvero le goccioline emesse con la respirazione e la saliva. Per evitare il più possibile la trasmissione del virus è necessario mantenere le distanze di sicurezza e indossare la mascherina, in modo da evitare che le droplets possano investire il proprio interlocutore e le persone nei paraggi.

Per far sì che la mascherina venga utilizzata in maniera corretta e, soprattutto, efficace, è necessario farla aderire al volto, coprendo e proteggendo completamente sia la bocca che il naso.

Purtroppo, nonostante l’utilizzo ormai diffuso di questo accessorio “salvavita”, si commettono ancora tanti errori. Non è raro, ad esempio, incontrare persone che indossano la mascherina solamente per coprire la bocca, lasciando scoperto il naso. O chi, ancor peggio, rimuove la mascherina per starnutire, mettendo a rischio l’ambiente circostante.

In realtà, le malattie infettive dell’apparato respiratorio, che costituiscono da sempre un problema rilevante per la qualità di vita delle persone e dei pazienti, sono causate nella maggior parte dei casi dall’inalazione e dall’aspirazione degli agenti infettivi attraverso il naso, dove è spesso presente una carica virale maggiore.

Proteggere le vie aree superiori attraverso l’uso corretto della mascherina e di strumenti di filtraggio risulta quindi di fondamentale importanza, soprattutto in questo periodo di forte emergenza. 



Quali sono gli ambienti a maggior trasmissione?

Il virus rimane nell’aria e si trasmette maggiormente all’interno di spazi chiusi. 
Come raccomandato anche dall’Istituto Superiore di Sanità, nel caso in cui si è costretti a sostare per tanto tempo all’interno di uno spazio chiuso è necessario:

  • Utilizzare costantemente e correttamente la mascherina accompagnata da eventuali dispositivi di protezione nasale
  • Aprire regolarmente le finestre per garantire un costante ricambio d’aria
  • Igienizzare spesso le mani qualora si venga in contatto con oggetti di qualsivoglia natura
  • Mantenere le distanze di sicurezza qualora ci si ritrovi a condividere lo spazio con altre persone
Condividi

Sei un medico specialista?

Registrati al sito approfitta
dei contenuti e dei servizi a te dedicati!

Registrati Subito

 
 
Polifarma

Polifarma SpA - Capitale Sociale €1.000.000,00 - I.V. Reg.Imp.Roma - Codice Fiscale 00403210586 - Rea Roma N. 11913 - P.Iva 00882341001