Polifarma

Salute in vista: occhio ai bambini!

Anche in periodi difficili è bene non trascurare la salute oculare dei più piccoli.

 

In questo momento di forte emergenza tutti noi stiamo affrontando una prova impegnativa: il Covid-19 ha cambiato le nostre abitudini, facendo vacillare le certezze delle persone e delle famiglie.

La paura di contrarre il virus, unita alle disposizioni impartite dal governo, ci ha allontanati da pronto soccorso, ospedali e studi medici, alimentando una minor propensione alle cure da parte dei pazienti affetti da altre patologie.

In questo contesto, la tecnologia e l’evoluzione digitale ci stanno aiutando a creare un dialogo a distanza con i medici attraverso sistemi di telemedicina e consulenze da remoto. Non sempre, però, quest’abitudine riesce a radicarsi, facendo aumentare il ricorso a metodi di cura “fai da te” che, molto spesso, aggravano ulteriormente i problemi di salute - soprattutto dei bambini-.

E sono proprio le neo-mamme e i neo-papà che in questo momento storico hanno più bisogno di informazioni scientificamente valide per tutelare i propri figli.

Diventa quindi di fondamentale importanza informarsi con attenzione sulle infezioni oculari più frequentemente riscontrate nei neonati e nei bambini.


Le infezioni oculari più comuni nei bambini

Le infezioni oculari si manifestano quando batteri, funghi o virus attaccano il bulbo oculare e/o l’area ad esso circostante. Le aree interessate dalle infezioni possono essere la cornea (superficie anteriore dell’occhio), il film lacrimale e la congiuntiva (membrana mucosa protettiva che riveste internamente la palpebra e il bulbo oculare). La congiuntivite di origine batterica è l’infezione oculare maggiormente riscontrata nei più piccoli.

In particolare, i neonati possono essere colpiti più frequentemente da infezioni oculari conseguenti al parto, quali congiuntiviti causate da patogeni a trasmissione sessuale - talvolta contratte dalla madre - o congiuntiviti provocate da sostanze chimiche e diversi altri batteri presenti nell’ambiente con cui vengono a contatto nelle prime settimane di vita. I bambini un po’ più grandi possono contrarre la congiuntivite attraverso il contatto con oggetti contaminati dai microrganismi responsabili dell’infezione (asciugamani, lenzuola, vestiti e giocattoli) o in seguito al contatto diretto con altri bambini che manifestano l’infezione (il contatto avviene spesso in luoghi affollati come asili e scuole).

I sintomi variano in base alle cause che hanno scatenato l’infezione, ma ci sono alcune caratteristiche in comune che si manifestano in quasi tutte le forme di congiuntivite: 
  • Arrossamento oculare
  • Bruciore
  • Gonfiore
  • Prurito
  • Sensazione di corpo estraneo nell’occhio
  • Aumento della secrezione lacrimale con conseguente formazione di croste




Igiene oculare e corretta alimentazione

I neonati e i bambini non possiedono un sistema di protezione oculare e immunitario completamente maturi, per questo può rivelarsi molto utile utilizzare quotidianamente salviette umidificate molto delicate che aiutano a rimuovere le impurità e le secrezioni presenti spesso al mattino su palpebre e ciglia. In questo modo si possono limitare eventuali irritazioni che rischierebbero di aggravarsi.

In attesa di un consulto col proprio Medico per una terapia adeguata al caso specifico, qualora ci si trovasse di fronte a secrezioni mucopurulente, crosticine e altri segni di congiuntivite, possono essere utili impacchi caldo umidi con salviette da applicare sulla zona interessata; in caso di prurito e gonfiore alle palpebre, invece, risulterebbero più utili impacchi freddi ad azione decongestionante.

In ultimo, è bene affiancare a queste buone pratiche di igiene oculare una corretta alimentazione ricca di Vitamina C, Vitamina D, Magnesio, Ferro e Omega 3 (maggiormente presenti in diversi tipi di frutta, pesce e verdura) e Zinco e Selenio (contenuti in latte e derivati) per contribuire a potenziare il sistema immunitario dei nostri bimbi e renderli più forti contro i rischi provenienti dall'ambiente esterno.

Condividi

Sei un medico specialista?

Registrati al sito approfitta
dei contenuti e dei servizi a te dedicati!

Registrati Subito

 
 
Polifarma

Polifarma SpA - Capitale Sociale €1.000.000,00 - I.V. Reg.Imp.Roma - Codice Fiscale 00403210586 - Rea Roma N. 11913 - P.Iva 00882341001